Libro "Tina"Di Stefano Strazzabosco
Voltât par furlan di Galliano De Agostini
Uno sguardo a questa donna straordinaria il suo volto verbale più autentico, nel tentativo di sottrarla alle mistificazioni che sofferse da viva e da morta. In friulano, spagnolo e italiano.
Radio Modotti
(incontro dietro una tazza di caffè)
Genealogia e Cronologia Essenziale della donna e dell'artista.
Videoconferenza con esperti di Argentina, Italia e Messico.

Giovedì 16 Giugnio ore 19.30
Società Friulana Buenos Aires
Navarro 3974, Villa Devoto, CABA
Esposizione Carbone su tela
Disegni delle opere fotografiche
di Tina Modotti.
Artisti: Martìn "Laucha" Sacco e Fabian Mendoza (Uruguay)
Lettura teatralizzata
Tina – di Stefano Strazzabosco
Voci recitanti : Patrizia Marcheselli e
Cataliana Maria De Faccio
Fisarmonica : Galliano De Agostini

Domenica 19 Giugnio ore 18
Società Friulana Buenos Aires
Navarro 3974, Villa Devoto, CABA
Cronologia essenziale
Assunta Adelaide Luigia Modotti (Assuntina, Tina) nasce a Udine il 17 agosto 1896. La notte tra il 5 e il 6 gennaio 1942, Tina muore rientrando a casa, da sola, in un taxi.
Una vita di emigrazione, l‘amore, la fotografia, le sue idee, l‘exilio, il ritorno. Tutto compreso in un paio di rige.
Luna Cornea
È la fusione di due sensazioni che rivivo ogni volta che contemplo la vita e le opere di Tina Modotti. La sua cornea è il cristallo fotografico che ci permette di viaggiare, ancora oggi, attraverso la storia. Ci ha lasciato un immortale ritratto della lotta e dei valori di un'epoca. Come la luna, brilla, anche grazie a ciò che resta.
Società Friulana di Buenos Aires
Un faro di cultura nel quartiere più italiano di Buenos Aires, Villa Devoto.
Fondato da emigrati friulani il 6 novembre 1927, è il più vecchio fogolâr fuori d´Italia. La sua mansione è portare la cultura e la lingua friulana a le nuove generazioni.
Nassûts te altre tiare, o vin la Piçule Patrie simpri tal cûr.
Cinema - Proiezione
Documentario – Que viva Tina!
di Silvano Castano (Cinemazero -La Cineteca del Friuli)
Film - The Tiger's Coat
di Roy Clements (1920)